Le domande più frequenti sulla manutenzione caldaia

manutenzione caldaia

Effettuare la corretta manutenzione della caldaia consente di essere in regola con la normativa, ma anche di garantire una vita lunga e duratura alla caldaia stessa e migliorarne le prestazioni. Su questo tema tuttavia c’è molta confusione e per fare maggiore chiarezza in questo articolo ti illustro le domande più frequenti sulla manutenzione caldaia con le relative risposte.

La manutenzione annuale della caldaia non è obbligatoria per legge, ma molti tecnici la consigliano per verificare il livello di sicurezza ed il corretto funzionamento di tutti gli impianti. Un controllo periodico consente di limitare gli incidenti ed i malfunzionamenti provocati dall’usura e contemporaneamente di raggiungere un livello di consumo intelligente riducendo lo spreco energetico e l’impatto ambientale.

Manutenzione ordinaria della caldaia: cosa include?

La manutenzione ordinaria delle caldaie va eseguita da tecnici abilitati e certificati regolarmente iscritti alla CCIAA. Per le normali caldaie delle abitazioni con una potenza inferiore ai 35 kW gli interventi richiesti sono fondamentalmente due: la pulizia annuale della caldaia ed il controllo dei fumi ogni due anni (la prima dopo 4 anni dall’installazione della caldaia).

Come detto precedentemente la pulizia annuale non è obbligatoria ma fortemente consigliata e comprende una pulizia accurata ed un controllo dei vari parametri di funzionamento dell’impianto. La prova fumo consente di verificare la regolazione del bruciatore per determinare i valori di tiraggio, la temperatura dei fumi di combustione ed i parametri che contribuiscono alla sicurezza ed al risparmio energetico.

Manutenzione straordinaria della caldaia: cosa include?

La manutenzione straordinaria della caldaia comprende tutti quegli interventi imprevisti e non programmabili. Tale operazione è richiesta in caso di guasti o malfunzionamenti di determinati parti dell’impianto e può comprendere riparazioni con ricambi originali o certificazioni di conformità dell’impianto. La manutenzione straordinaria è quindi necessaria in caso di guasto o rottura dell’impianto e deve essere effettuata da personale competente, qualificato e certificato.

Casa in affitto: la manutenzione caldaia a chi spetta?

Eccoci ad una domanda molto gettonata: a chi spetta la manutenzione della caldaia di una casa in affitto? Al locatore (il proprietario dell’immobile) o al conduttore (l’inquilino)?

La manutenzione ordinaria della caldaia, le piccole spese di manutenzione ed il controllo dei fumi sono a carico del conduttore. La sostituzione della caldaia è invece a carico del locatore, a meno che non sia dovuta ad una rottura provocata da negligenza o mancata manutenzione da parte dell’inquilino. Il proprietario deve farsi carico anche delle spese di sostituzione di parti della caldaia se la rottura è dovuta a caso fortuito o vetustà.

Queste sono le indicazioni generali ma locatore e conduttore possono anche decidere di suddividere le spese ponendo tale condizione per iscritto sul contratto.

Il libretto della caldaia: informazioni salienti

Con il  Decreto 20 giugno 2014 è stato stabilito che ogni caldaia deve essere dotata di un unico libretto di impianto per la climatizzazione che sostituisce il vecchio libretto di impianto ed il libretto di centrale. Al termine di ogni intervento il tecnico specializzato deve compilare il libretto formalizzando il risultato della verifica. Il nuovo libretto è composto da più schede assemblabili che possono essere redatte in formato cartaceo oppure elettronico. Da un punto di vista normativa sono necessari i seguenti documenti: dichiarazione di conformità, libretto di impianto, libretto d’uso e manutenzione della caldaia fornito dal fabbricante.

Laura Musig
Redazione
Laura Musig wed design a Udine e consulente SEO. Dopo aver curato svariate campagne di posizionamento sui motori di ricerca per aziende del settore casa e considerando la mia passione per la scrittura web, ho deciso di aprire Arredamento e Dintorni. Se desideri scrivermi puoi farlo attraverso la sezione Contatti.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Dichiaro di aver preso visione dell’informativa riportata alla pagina “Informativa Privacy” e di dare il mio consenso al trattamento dei dati personali.