Risparmiare energia elettrica alcuni semplici accorgimenti.

risparmiare-energia

In un mondo in cui le spese per il vivere quotidiano sono sempre più onerose, la vera ricchezza non è costituita da maggiori introiti monetari ma da un oculata misurazione e limitazione dei costi. E’ il caso dell’energia elettrica che nelle case italiane spesso si tramuta in bollette salatissime. In questo articolo vedremo alcuni accorgimenti e stratagemmi per imparare a limitare i consumi di elettricità abbattendo i costi in bolletta.

Negli ambienti di passaggio, quelli in cui avete si bisogno di illuminazione, ma in cui di fatto transitate velocemente, è possibile installare dei faretti da incasso collocati nei muri laterali che si attivano grazie ad una fotocellula che rileva i movimenti in una stanza. Una soluzione ideale per illuminare, solo quando ne avete realmente bisogno scale, ingressi e corridoi.

Per il giardino esistono dei particolari lampioncini alimentati ad energia solare. Ideali per illuminare vialetti e zone di passaggio, non richiedono manutenzione e si conficcano direttamente nel terreno.

Per i più nerd tra qualche anno, perché si tratta di tecnologie ancora poco diffuse nel nostro paese o ancora di fatto in fase di sviluppo, sarà possibile acquistare carica batterie del cellulare alimentati da una piccola dinamo installabile sulle nostre biciclette. Un vero feticcio per gli amanti della tecnologia e dello sport.

Ricordatevi che anche i led di ciabatte ed altri dispositivi elettronici consumano elettricità. Se in una stanza di concentrano molti device elettronici collegateli ad un’unica ciabatta, collegata a sua volta ad una presa elettrica attraverso un adattatore con timer. Questi adattatori, che hanno un costo contenuto che non supera mai i 20 euro, vi permettere di fatto di alimentare ciabatte e dispositivi ad esso collegati, solo in determinate fasce orarie da voi definite.

Per chi volesse rivedere i suoi consumi, non alla luce di accorgimenti tecnici come quelli che abbiamo appena elencato ma su base per così dire contrattuale, è possibile contattare il proprio fornitore di energia elettrica informandosi se mette a disposizione un cosiddetto contratto a fascia bioraria. Questo tipo di tariffa risulta conveniente per chi sta poco in casa garantendo la sera, nei week end e nei giorni festivi, costi per l’energia elettrica decisamente inferiori.  Un consumatore accorto approfitterà di questi momenti per utilizzare gli elettrodomestici che consumano più energia elettrica, come lavastoviglie, lavatrici e ferri da stiro.

Laura Musig
Redazione
Laura Musig wed design a Udine e consulente SEO. Dopo aver curato svariate campagne di posizionamento sui motori di ricerca per aziende del settore casa e considerando la mia passione per la scrittura web, ho deciso di aprire Arredamento e Dintorni. Se desideri scrivermi puoi farlo attraverso la sezione Contatti.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Dichiaro di aver preso visione dell’informativa riportata alla pagina “Informativa Privacy” e di dare il mio consenso al trattamento dei dati personali.