Lavaggio tende: come lavare le tende a seconda del tessuto

lavaggio-tende

Se siete affezionati alle cosiddette pulizie di stagione, probabilmente avete tutta una lista di attività da svolgere che potrebbe contemplare il lavaggio delle tende. Le tende accumulano mese dopo mese polvere, fumo ed i vapori provenienti dalla cucina, risultando non solo ingiallite ma anche male odoranti.

Quando si tratta di lavare le tende, ci si fa sempre degli scrupoli rispetto al materiale in cui sono realizzate. In altre parole come si lava le tende a seconda del tessuto!

Pretrattamento e ammollo.

Come in tutti i casi di lavaggio, è sempre bene leggere l’etichetta con le istruzioni per il lavaggio (se presenti). Se è possibile il lavaggio con acqua scegliamo di farlo in una giornata di sole, in modo di asciugare le tende all’area aperta evitando inutili pieghe.

Al momento di staccare le tende, rimuoviamo il grosso della polvere: possiamo farlo con un aspirapolvere o con una spazzola per tessuti. Se il tessuto è particolarmente di pregio evitiamo di scuotere le tende per non danneggiarle.

Se sono presenti macchie, andiamo a pretrattarle con un prodotto specifico, magari uno spray da lasciar agire alcune ore. Dopo di che sarà il momento dell’ammollo.

Vi basterà immergere le tende nell’acqua fredda della vasca da bagno (senza sapone) per 15 minuti. Trascorso il tempo di ammollo è possibile passare al lavaggio propriamente detto.

Riempiamo nuovamente la vasca da bagno di acqua fredda ed aggiungiamo del detersivo liquido, possibilmente pensato per i tessuti delicati. Chi vuole igienizzare il tessuto e dare nuovo brio al colore potrà utilizzare un bicchiere di aceto bianco.

Le tende dovranno quindi rimanere nell’acqua insaponata per 20 minuti, prima di procedere con il risciacquo.

Per le tende bianche il procedimento non varia molto ma dovremmo sostituire all’aceto qualche cucchiaio di bicarbonato di sodio.

Non usate la candeggina, che stimola l’ingiallimento dei tessuti.

Tessuti ingialliti dagli anni e dalla nicotina

Dovremmo utilizzare un detersivo con ossigeno attivo, o se preferiamo le alternative naturali, preparare una soluzione con 2-3 bicchieri di sapone di Marsiglia in scaglie, 2 cucchiai di percarbonato di sodio e 2-3 di sale grosso.

Lavare le tende in lavatrice

Ovviamente lavare le tende è infinitamente più comodo soprattutto se esse sono realizzate in un tessuto resistente come il cotone e non presentano ricami o decorazioni particolari.

Impostate sulla lavatrice un programma per capi delicati (temperatura max 30° e centrifuga massimo a 400-450 giri). Per evitare che le tende si danneggino potete inserirle negli appositi sacchi per il bucato o dentro delle vecchie federe per cuscini.

Come appendere le tende per l’asciugatura

Dopo il lavaggio le tende dovranno subire una “stiratura natura” appendendole in modo perfettamente verticale, affinchè sia il loro stesso peso a stirarle. Se dopo una corretta stesura delle tende, esse presentano non risultano perfettamente lisce potete sempre utilizzare uno stiratore verticale per eliminare ogni piega.

Laura Musig
Redazione
Laura Musig wed design a Udine e consulente SEO. Dopo aver curato svariate campagne di posizionamento sui motori di ricerca per aziende del settore casa e considerando la mia passione per la scrittura web, ho deciso di aprire Arredamento e Dintorni. Se desideri scrivermi puoi farlo attraverso la sezione Contatti.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Dichiaro di aver preso visione dell’informativa riportata alla pagina “Informativa Privacy” e di dare il mio consenso al trattamento dei dati personali.