Cucine componibili economiche: esistono davvero?

cucine-componibili

La scelta di una cucina componibile economica è sicuramente una delle scelte più importanti e gettonate quando si tratta di arredare la zona cucina.

Nella maggior parte dei casi, naturalmente, si cerca di risparmiare il più possibile cercando però una cucina che rispecchi i nostri gusti e le nostre esigenze, ma è così giusto volere a tutti i costi optare per una cucina economica?

Sicuramente dipende dalla propria disponibilità, è però giusto affermare che esiste una via di mezzo tra spendere esageratamente troppo e spendere esageratamente poco per una cucina. Infatti, si tratta di una delle zone più importanti della casa ed è giusto prendere decisioni ponderate anche tenendo conto di questo fattore.

Molte, troppe volte, ci si dimentica del rapporto qualità-prezzo perché magari si notano tipologie di cucine economiche componibili adatte ai propri gusti. Ma con quale materiale sono costruite? Da chi sono state fabbricate? Chi da la certezza che sia un ottimo prodotto? C’è una garanzia? Quanto potrebbe durare nel tempo senza deteriorarsi?

Tutte queste domande fanno comprendere quanto sia importante scegliere il prodotto giusto, informandosi a riguardo e soprattutto valutando la cucina non solo in base al prezzo ma in base a tante altre caratteristiche. In questo articolo cerchiamo di darvi una guida su come scegliere al meglio la propria cucina componibile economica.

Cucina economica, valutare il rapporto qualità-prezzo

Partiamo dal primo punto essenziale: è necessario specificare che ci sono due macro tipologie di cucine componibili che solitamente sono le cucine moderne componibili e le cucine classiche componibili, in entrambi i casi il discorso non cambia, è necessario valutare il rapporto qualità prezzo, ma come?

Purtroppo, soprattutto quando si tratta di arredamento della casa, ci sono varie strategie per ingannare chi compra.

In primo luogo bisogna analizzare il prezzo e capire perché una cucina che normalmente costa di più, in quel caso specifico, è scontata.

Molte volte i clienti tendono a soffermarsi su prezzi bassi senza pensare al vero motivo che ha portato il produttore ad abbassare il prezzo. 

Infatti, molte aziende che vendono cucine tendono a scontare prodotti vecchi scadenti, di cui si devono sbarazzare per fare spazio a nuovi modelli da mettere in esposizione.

Un’altra strategia utilizzata per portare i clienti ad acquistare è quella di promuovere prodotti con uno sconto limitato al fine di mettere pressione e concretizzare prima l’acquisto, oppure presentare cucine con un prezzo che non include garanzie, montaggio, IVA.

Detto questo, in media, le cucine componibili tendono ad essere più economiche soprattutto perché abbiamo la possibilità di includere o escludere determinati elementi dalla composizione. Tuttavia anche per queste è necessario informarsi, ci sono prodotti di qualità che garantiscono una prestazione elevata per anni e altre che invece potrebbero regalarci brutte sorprese. Più informazioni sono presenti sul modello di cucina scontata che ha attirato la nostra attenzione più difficilmente incorreremo in una potenziale scelta di bassa qualità.

Oltre al prezzo, un altro elemento da osservare, di vitale importanza, è il materiale di realizzazione della cucina. Per esempio se una cucina è stata realizzata in laminato sicuramente sarà già potenzialmente un prodotto più duraturo rispetto ad una cucina che ha componenti in plastica o altri materiali meno pregiati ed efficienti.

Insomma, il prezzo di vendita di una cucina dovrebbe metterci in allarme se troppo basso e comunque farci venire almeno qualche dubbio che dovremmo attentamente valutare prima di effettuare una scelta affrettata.

Cucine lineari: davvero sono le più economiche?

Stiamo cercando una cucina componibile per il nostro nuovo appartamento e il budget a disposizione è piuttosto contenuto, che fare dunque? Spesso si crede che le cucine lineari siano più economiche rispetto alle sorelle angolari o con penisola ad esempio, ma la verità è che tutto dipende dai materiali che decidiamo di inserire nella nostra cucina, dalle personalizzazioni, dalla scelta delle finiture o ancora dalla scelta degli elettrodomestici.

Se lo spazio che abbiamo deciso di destinare alla nostra cucina è molto contenuto probabilmente non sarà la scelta di una cucina lineare a farci risparmiare sul prezzo. Ogni scelta deve essere ponderata in base, prima di tutto, alle nostre esigenze e alla metratura della stanza.

Una volta appurato che una cucina lineare sia meglio o peggio di una cucina con penisola, dovremo iniziare a valutare le varie componenti che determineranno il prezzo finale della composizione.

Affidarsi ad un rivenditore autorizzato di solito è la scelta migliore perché avremo a disposizione un professionista in grado di fornirci tutte le informazioni utili, di toglierci ogni dubbio e di consigliarci al meglio in base al nostro budget.

Per concludere, è giusto ed intelligente cercare di risparmiare il più possibile in questi tipi di acquisti, è anche per questo che sono state create le cucine componibili, però è necessario prestare particolare attenzione ad ogni particolare e non acquistare una cucina solo perché costa meno di un’altra perché è altamente probabile che ne risentiremmo in termini di qualità.

Laura Musig
Redazione
Laura Musig wed design a Udine e consulente SEO. Dopo aver curato svariate campagne di posizionamento sui motori di ricerca per aziende del settore casa e considerando la mia passione per la scrittura web, ho deciso di aprire Arredamento e Dintorni. Se desideri scrivermi puoi farlo attraverso la sezione Contatti.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Dichiaro di aver preso visione dell’informativa riportata alla pagina “Informativa Privacy” e di dare il mio consenso al trattamento dei dati personali.