Progettazione cucine: alcuni consigli da tenere a mente

progettazione-cucine

La cucina è forse tra i mobili di casa l’elemento che richiede l’esborso maggiore. Per questo motivo ci si aspetta che sia bella e resistente, ovvero adatta a sostenere sollecitazioni importanti nel tempo. Per la progettazione della propria cucina è importante tenere sempre a mente il fattore funzionalità e comfort. Ci si può affidare sia al fai da te (utilizzando i planner messi a disposizione da popolari mobilifici a livello nazionale) che ai professionisti della progettazione cucine, l’importante è tenere sempre a bada i consigli che vedremo qui di seguito.

La maggior parte delle cucine italiane attualmente è inclusa in un open space, soluzione che crea apertura e dona luminosità agli ambienti. Se proprio avete la necessità di dividere l’area cottura dal resto del soggiorno, fatelo attraverso pareti modulari o vetrate in modo da non rimpicciolire gli ambienti o renderli meno luminosi.

Non dimenticatevi di curare molto l’illuminazione, sia quella artificiale che quella naturale, poiché una cucina deve essere funzionale ed una buona illuminazione aiuta la funzionalità e previene gli incidenti. Sfruttate al massimo la luce naturale ma evitate che arrivi da una finestra posta alle vostre spalle oppure che vi arrivi troppo direttamente addosso. In questo ultimo caso è opportuno prevedere un sistema frangisole all’esterno della finestra.

Parliamo quindi dei piani della cucina e di due elementi chiave la loro profondità ed altezza, due elementi fondamentali per l’ergonomia della cucina. L’altezza risulta fondamentale affinchè sia possibile lavorare in cucina senza assumere posizioni scomode che a lungo andare potrebbero creare mal di schiena ed indolenzimento. E’ importante definire a priori l’altezza dei piani di lavoro poiché da essa dipende la posizione delle prese di corrente, quella dei pensili ecc… Per quanto riguarda la profondità dei piani di lavoro essi solitamente raggiungono i 60 cm ma in casi particolari possono essere estesi fino ad 85 cm.

Un caso particolare nell’ambito della progettazione cucine, è quello delle cucine sospese che presentano molti vantaggi per quanto riguarda ventilazione e pulizia sotto la cucina stessa. Per questo tipo di cucine si rispettano le stesse regole di ergonomia descritte nel paragrafo precedente, avendo cura di predisporre adeguai sistemi di fissaggio al muro.

Infine prestiamo attenzione al fattore sicurezza in cucina, soprattutto quando parliamo di bambini. Prevediamo una griglia a protezione dei fornelli e se la cucina è sospesa, considerando che i bambini possono appendersi ad ante e cassettoni estraibili, chiediamo agli installatori che essa venga fissata alla parete con gli appositi sistemi fissanti. Le prese di corrente possono essere nascoste in apposite canalette apribili all’uso. Più in generale bisogna prevenire tutti i tentativi di salita sui piani della cucina dei più piccoli attraverso pomelli, cassetti ed ante.

Laura Musig
Redazione
Laura Musig wed design a Udine e consulente SEO. Dopo aver curato svariate campagne di posizionamento sui motori di ricerca per aziende del settore casa e considerando la mia passione per la scrittura web, ho deciso di aprire Arredamento e Dintorni. Se desideri scrivermi puoi farlo attraverso la sezione Contatti.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*