Porte in laminato o in legno? Come scegliere le tue porte

porte-interne

Quando si tratta di scegliere le porte interne, è consigliabile prestare la dovuta attenzione non solo all’aspetto estetico, sicuramente importante, ma anche al materiale di cui sono costituite, in modo da effettuare un acquisto di qualità, sicuro e durevole nel tempo.

Porte in laminato e in legno
Le porte interne si dividono, essenzialmente, in due grandi categorie: quelle in laminato e quelle in legno. Quali scegliere? Quali sono le differenze? Vediamolo insieme!
Negli ultimi anni sono moltissime le persone che hanno scelto di utilizzare, all’interno della propria casa, le porte in laminato.
La loro caratteristica è quella di essere composte da una struttura in legno listellato o tamburato, ricoperta da una lamina sintetica che riproduce la venatura e la finitura del materiale naturale.

Le porte in legno, invece, possono essere tamburate, ossia dotate di struttura interna idrofuga e ricoperte da uno strato di legno naturale oppure in massello, completamente realizzate in materiale ligneo.

Porte in laminato o in legno? Come scegliere le porte interne
Fatte le dovute precisazioni vediamo ora come scegliere le porte interne, a seconda delle proprie esigenze e del budget a disposizione.
Gli infissi in laminato sono ad oggi la soluzione più economica e il mercato odierno offre diverse alternative in grado di garantire qualità e durevolezza nel tempo. A differenza di qualche anno fa, in cui questa scelta era considerata “scadente”, oggi è possibile acquistare porte in laminato ben rifinite, robuste ed esteticamente piacevoli.
Grazie allo strato sintetico esterno, sono

  • resistenti all’umidità
  • il colore rimane inalterato
  • e non necessitano di particolare manutenzione a parte la pulizia settimanale o quotidiana

Queste caratteristiche le rendono durevoli nel tempo e a prova di usura, ideali anche per locali pubblici altamente frequentati, uffici, hotel e ristoranti.
Le porte in legno, invece, sono più costose e, sebbene siano molto robuste, pesanti e pensate per durare a lungo, possono risentire di danni dovuti all’umidità.
Quelle in massello, in particolare, possono creparsi e dilatarsi a causa dei cambiamenti atmosferici. Richiedono, inoltre una manutenzione periodica per preservarne colore e lucentezza.

Prediligere una porta tamburata potrebbe essere il giusto compromesso tra qualità e convenienza.
Per chi desidera acquistare un prodotto realizzato con materiale naturale, ma senza la preoccupazione che possa dilatarsi o creparsi, questa seconda tipologia di infisso è sicuramente da preferire rispetto alla prima.

Laura Musig
Redazione
Laura Musig wed design a Udine e consulente SEO. Dopo aver curato svariate campagne di posizionamento sui motori di ricerca per aziende del settore casa e considerando la mia passione per la scrittura web, ho deciso di aprire Arredamento e Dintorni. Se desideri scrivermi puoi farlo attraverso la sezione Contatti.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*