Le ultime novità in fatto di sistemi antifurto

security-protection-anti-virus-software-60504

Conoscere le ultime novità in fatto di sistemi antifurto permette di individuare le soluzioni più adatte a proteggere la propria casa e a prevenire le intrusioni di ladri e malintenzionati. Tra il 2016 e il 2017 i furti in appartamento hanno fatto registrare un aumento del 30%: numeri impressionanti che non possono che indurre a installare un impianto di allarme adeguato. Le novità più recenti hanno a che fare con i kit di allarme, che pongono la tecnologia più innovativa al servizio della sicurezza e hanno il pregio di poter essere installati con la massima semplicità. Adatti a ogni tipo di abitazione, questi kit sono costituiti da molteplici soluzioni in grado di assecondare le esigenze più diverse: un pannello di controllo portatile, per esempio, che può essere connesso con una centrale operativa della vigilanza privata a cui vengono inoltrati gli allarmi in caso di emergenza.

Tra le soluzioni tecnologiche di ultima generazione si ricordano anche i sensori di apertura per le finestre e per le porte, progettati e messi a punto in modo tale da riuscire ad attivarsi prima ancora che i ladri penetrino in casa. A proposito di sensori, quelli di movimento possono essere muniti di fotocamere che realizzino scatti per riprendere gli intrusi (foto trasmesse alle centrali operative).

Il settore dei sistemi antifurto, dunque, è in costante evoluzione per far fronte alle competenze sempre più elevate di ladri e delinquenti che ormai sfruttano la tecnologia a proprio vantaggio: la figura del topo di appartamento che agisce con il classico piede di porco ormai appartiene al passato, visto che oggi gli esperti di furti si avvalgono di strumenti innovativi i cui effetti devono essere contrastati con la massima efficacia possibile. I kit di allarme, anche per questo motivo, possono essere dotati di sirene ad alta potenza dall’effetto dissuasivo con cui avvertire dei pericoli e di lettori elettromagnetici per le chiavi, in virtù dei quali l’allarme può essere attivato o disattivato senza che vi sia la necessità di ricordare un codice.

Ma non è tutto, perché i kit più evoluti possono essere integrati con sistemi di videocamere smart che permettono di riprendere le immagini e di registrarle su cloud, così che esse possano essere messe a disposizione delle forze dell’ordine. Ciò vuol dire poter contare su una soluzione di monitoraggio a distanza, da remoto, per effetto della quale si può tenere sotto controllo il proprio appartamento in qualsiasi momento e in qualunque posto ci si trovi, in vacanza come al lavoro, di giorno come di notte. A questo proposito vi segnaliamo la sezione Allarmi telecamere ed anticendio di Emmebistore.com.

Il fatto che la registrazione delle immagini si svolga su cloud mette a disposizione molteplici vantaggi, a cominciare dal fatto che non si corre il rischio di perderle (come potrebbe avvenire, per esempio, se le stesse venissero conservate in una chiavetta USB o in un altro supporto fisico che potrebbe essere smarrito facilmente). Per di più, le immagini registrate sulla nuvola sono completamente al sicuro perché non possono essere cancellate in alcun modo dai ladri: benefici della tecnologia per la sicurezza in casa.

 

Laura Musig
Redazione
Laura Musig wed design a Udine e consulente SEO. Dopo aver curato svariate campagne di posizionamento sui motori di ricerca per aziende del settore casa e considerando la mia passione per la scrittura web, ho deciso di aprire Arredamento e Dintorni. Se desideri scrivermi puoi farlo attraverso la sezione Contatti.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*