Una credenza antica per molti diversi utilizzi

La credenza è un mobile tradizionale, la cui origine risale, pensate, al XVII secolo, un mobile che è da sempre parte integrante delle cucine, dove è possibile riporre infatti piatti, stoviglie, posate, pentole, tovaglie o ogni altra tipologia di accessorio necessario per la preparazione delle ricette e della tavola da pranzo. Con il passare degli anni la credenza ha subito innumerevoli trasformazioni e oggi in commercio è possibile scovare credenze dal sapore contemporaneo, minimal, di grande design. Possiamo però assicurarvi che una credenza antica è sempre la scelta migliore, anche per gli ambienti moderni.

Una credenza antica è abbastanza elegante e carica di storia da poter essere inserita senza alcuna difficoltà nelle case arredate in stile classico, ma anche nelle case rustiche riesce ad essere semplicemente impeccabile, con quel suo sapore vissuto che permette di garantire un’atmosfera carica di calore e piacevoli sensazioni. In un ambiente moderno tutte queste caratteristiche le permettono di essere in contrasto con gli altri mobili presenti, un contrasto che è davvero chic e che offre ai vostri ambienti una ricercatezza davvero senza eguali. Si tratta insomma di un mobile che risulta davvero molto versatile, capace di adattarsi in modo del tutto automatico ad ogni possibile stile di arredamento e capace sempre di riuscire a valorizzare una stanza, caratterizzandola con una forza e una determinazione che forse neanche credevate possibili.

Ma non è tutto, la versatilità della credenza antica la si può riscontrare anche nella possibilità di posizionarla in altri ambienti della casa, oltre che in cucina. La credenza nasce per la cucina oppure per la sala da pranzo, è vero, ma potete posizionarla senza alcun tipo di difficoltà anche in soggiorno, nelle zone di passaggio della casa come i corridoi che altrimenti resterebbero sin troppo vuoti oppure, perché no, in camera da letto.

La credenza antica migliore per la camera da letto è sicuramente quella priva delle ante a vetri, del tutto realizzata in legno e carica di intarsi che le conferiscono quel romanticismo e quel senso di intimità che in questa stanza della casa è davvero molto importante poter ricreare. La credenza antica può infine anche essere posizionata in uno studio, in questo caso invece proprio nella versione con ante a vetri. Così avrete la possibilità di mettere in bella vista dei libri particolarmente pregiati, senza per questo però lasciarsi alla mercé polvere, oppure potete mettere in bella mostra la vostra migliore collezione.

Se si tratta infine di una credenza di piccole dimensioni, potete anche decidere di posizionarla in bagno, un mobile che vi permette di contenere tutto ciò di cui in questa stanza c’è bisogno, dagli asciugamani per voi e per i vostri ospiti ai saponi, dalle creme per il viso alle maschere di bellezza, dai prodotti di make up a tutti gli accessori per i capelli. Vedrete che con un mobile di questa tipologia il vostro bagno sarà sempre in estremo ordine e voi avrete a portata di mano tutto ciò di cui potreste avere bisogno, garantendovi allo stesso tempo anche un’atmosfera semplicemente incredibile.

Versatilità, bellezza, calore, sono queste le caratteristiche che fanno di una credenza antica un mobile che può essere considerato come un vero e proprio passepartout, un amico che vi permette di arredare la vostra casa in modo davvero impeccabile.

Redazione
Laura Musig wed design a Udine e consulente SEO. Dopo aver curato svariate campagne di posizionamento sui motori di ricerca per aziende del settore casa e considerando la mia passione per la scrittura web, ho deciso di aprire Arredamento e Dintorni. Se desideri scrivermi puoi farlo attraverso la sezione Contatti.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*