Case prefabbricate: cemento armato vs legno, chi vince?

case-prefabbricate-friuli

Le case prefabbricate stanno diventando una soluzione molto comune, poiché si costruiscono velocemente e sono estremamente pratiche. A questo punto sorge però una domanda: meglio le case in cemento armato o le case in legno? É opportuno fare chiarezza su questo aspetto, poiché c’è molta disinformazione. Ci aiuta in questo compito ABC Costruzioni azienda specializzata nella realizzazione di case prefabbricate in Friuli. Innanzitutto le case prefabbricate in legno sono più costose rispetto a quelle in cemento armato. Mediamente il prezzo del legno si aggira sui 1.300 euro al metro quadro. Dopo il terremoto in Abruzzo però c’è stata una grande richiesta di legno, grazie alle sue capacità anti-sismiche, ed il prezzo in alcune regioni è schizzato a 2.500 euro al metro quadro. Da un punto di vista economico quindi le case prefabbricate in cemento armato sono più convenienti.

L’attuale normativa italiana impone che le nuove abitazioni abbiano una certificazione energetica pari a C, cioè lo standard minimo. Le abitazioni in legno sono costruite secondo gli standard CasaClima A, quasi la massima certificazione energetica possibile. Assicurano un notevole risparmio sulla bolletta, quindi sono più costose. Molte persone non sanno però che anche le case prefabbricate in cemento armato possono garantire la stessa certificazione energetica. La certificazione energetica è stabilita da un coefficiente, e non certo dai materiali. Tale coefficiente può essere garantito sia dalle case in legno, che da quelle in cemento armato. La spesa maggiore per le case prefabbricate in legno, che deriva da una migliore certificazione energetica, risulta quindi ingiustificata.

Un altro aspetto per cui le case prefabbricate in cemento armato si fanno preferire è la longevità. A parità di condizioni climatiche, si è calcolato che un prefabbricato in cemento armato può durare tranquillamente oltre i 100 anni. Una casa prefabbricata in legno invece dura in media circa 70-75 anni. I prefabbricati in legno vengono decantati per la velocità di fabbricazione e di installazione, ma si dimentica di sottolineare la minore longevità.

Infine il legno viene descritto come uno dei materiali più ecologici e con il minor impatto ambientale possibile. Indubbiamente il legno è un materiale naturale, ma in quanto tale è destinato a marcire e ritornare alla terra nel corso del suo normale ciclo vitale. Per garantire una maggiore longevità, il legno viene essiccato in camere apposite e poi trattato con prodotti chimici. L’obiettivo è eliminare i batteri e gli insetti che rischiano di deteriorare il legno. In genere si utilizzano insetticidi e fungicidi, che magari non saranno tossici per l’uomo, ma vengono comunque preparati con processi industriali. Ciò significa che le case in legno non sono così naturali, in quanto hanno comunque bisogno di prodotti chimici e di trattamenti industriali.

 

Laura Musig
Redazione
Laura Musig wed design a Udine e consulente SEO. Dopo aver curato svariate campagne di posizionamento sui motori di ricerca per aziende del settore casa e considerando la mia passione per la scrittura web, ho deciso di aprire Arredamento e Dintorni. Se desideri scrivermi puoi farlo attraverso la sezione Contatti.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*